Leggiamo di promesse mirabolanti e fantasmagoriche, da paese dei balocchi. Ci domandiamo se le liste nostre avversarie e in corsa alle prossime amministrative abbiano letto almeno una volta il bilancio del nostro Comune; avrebbero scoperto che quello che promettono è irrealizzabile.

Da una parte vogliono uscire dall’Unione e rinunciare così a degli importanti finanziamenti (Stato e Regione Lombardia) e ai risparmi accantonati nel 2017 (260 mila euro), dall’altra promettono una pioggia di contributi e buoni per le famiglie senza però mai specificare da dove intendano reperire tutte queste risorse economiche.

Ma chi pagherà? Intendono forse aumentare le tasse ai bellinzaghesi? O, peggio, aumentare i costi dei servizi diretti alle famiglie e agli anziani? Intendono cementificare Bellinzago consumando suolo agricolo e verde per usufruire degli oneri? Lo dicano!

Le nostre proposte sono chiare, soprattutto realizzabili. Niente demagogia, niente bugie. Proposte concrete e che riguarderanno tutti i cittadini, non solo singole categorie o persone: prima di tutto le politiche sociali e giovanili, il mantenimento dei costi dei servizi per le famiglie e gli anziani, la riqualificazione del principale asse viabilistico che attraversa il paese (via Roma e via Volta), un nuovo sistema di illuminazione, la ristrutturazione del Centro Sportivo (spogliatoi e tribune), la valorizzazione della Piazza Vittorio Emanuele e dell’Alzaia sul Naviglio Martesana, la riqualificazione dei Parchi comunali, in particolare del Parco di via Lombardia.

La Giunta Comelli, che la nostra lista ha sostenuto in questi 5 anni, lo ha già dimostrato molto chiaramente; non ha ritoccato di un solo centesimo le imposte e ha mantenuto invariato il costo di tutti i servizi destinati ai giovani, agli anziani e alle famiglie. Soprattutto, ha difeso e tutelato con forza il territorio e la nostra agricoltura.

Giusto per citare solo alcuni esempi: l’abbattimento delle rette per gli Asili Nido (per tutte le famiglie, nessuno escluso), il buono mensa rimasto invariato in questi 5 anni, il sostegno alle Scuole dell’Infanzia (sia quella parrocchiale che statale), alle attività sportive e al centro estivo, il supporto alle attività del Centro di Aggregazione Giovanile e l’investimento sulla formazione ed educazione con il Piano di Diritto allo Studio (350 mila euro ogni anno).

Il Sindaco Angela Comelli non ha mai lasciato indietro nessuno e noi con lei ci impegniamo a farlo ancora, nei prossimi anni, se i cittadini di Bellinzago ci daranno la loro fiducia.

Tagged as: